WhatsApp-Image-2021-01-14-at-10.47.57.jpeg

San Severo: Una città da favola!

Il comune di San Severo, in provincia di Foggia, è stato il primo comune in assoluto a ufficializzare l’adesione al progetto “Una città da favola”, riservato ai Comuni d’Italia designati della qualifica “Città che legge” del Cepell.

 

 

Il sindaco, Avv. Francesco Miglio, si è rivelato da subito entusiasta.  

 

 

Cinquanta comuni l’anno, i primi che ufficializzeranno l’adesione, daranno la possibilità a bambini e ragazzi delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado della loro città, di diventare scrittori. Nasceranno favole, filastrocche, racconti e disegni che parleranno del proprio territorio e della magia che lo avvolge, se a raccontarlo saranno gli occhi di un bambino. Nasceranno storie fantastiche ambientate in luoghi caratteristici della città e così, nell’impossibilità di partecipare a gite fuori porta, i bambini diventeranno protagonisti indiscussi nella loro città e conosceranno da vicino la storia dei luoghi che vivono ogni giorno, insegnando ad amare il proprio territorio.

«Ritengo che l’adesione al progetto “Una città da favola” sia una grande opportunità di crescita culturale perché consentirà ai giovani studenti delle scuole cittadine dell’infanzia, primarie e secondarie che hanno deciso di partecipare, di stimolare da un lato la loro fantasia esercitandosi nella scrittura, e dall’altro conoscere meglio le bellezze della nostra amata città», questa la testimonianza al momento dell’adesione della dott.ssa Celeste Iacovino, assessore alla cultura del Comune di San Severo.

San Severo è da sempre considerata un’importante cittadina della provincia di Foggia per la sua produzione vitivinicola, grazie alla quale nel 1968 ha ottenuto il riconoscimento come prima DOC pugliese. Ha un bellissimo centro storico e dal 2006 vanta la qualifica di Città d’arte per i numerosi monumenti barocchi, palazzi signorili, monasteri e chiese presenti sul territorio.

Nel centro si trova uno dei più grandi teatri della Puglia, il Teatro Comunale Giuseppe Verdi, inaugurato nel 1937, e la Galleria d’Arte Comunale “Luigi Schingo”, sita nell’ex Monastero delle Benedettine, che ospita mensilmente mostre d’arte di diverso genere.

Il Museo dell’Alto Tavoliere, allestito nel monastero francescano, conserva un considerevole patrimonio archeologico proveniente dagli scavi non molto lontani dalla città, oltre a una sezione permanente denominata SPLASH!, che accoglie numerosi disegni, foto e saggi dedicati al noto fumettista Andrea Pazienza e una Pinacoteca, che raccoglie dipinti, sculture e disegni dell’artista sanseverese Luigi Schingo.

Notevole importanza ha assunto nel tempo il prestigioso fondo antico della biblioteca comunale “Alessandro Minuziano”, che conserva rarissimi incunaboli, cinquecentine, seicentine e settecentine.

Tra gli eventi da non perdere a San Severo c’è la festa patronale, nella terza domenica di maggio, popolarmente nota come Festa del Soccorso. In quell’occasione si celebra la Madonna del Soccorso, patrona della città e della diocesi, che ogni anno accoglie diverse migliaia di visitatori, con le sontuose processioni scandite da batterie pirotecniche. Altra ricorrenza molto nota in città ma non solo, è la Festa di Sand’ Martin, che si svolge nel centro storico della città l’11 novembre, con l’esposizione e la degustazione di vini e prodotti locali, accompagnati da spettacoli di intrattenimento.

Molto attenta alle tradizioni, alla storia e al patrimonio culturale del proprio territorio, l’amministrazione comunale di San Severo ha deciso di finanziare un progetto ambizioso e stimolante come “Una città da favola”, nato sì dall’emergenza covid che vieta gli spostamenti, ma orientato alla valorizzazione della nostra splendida Italia, vista con gli occhi del futuro.

I Comuni che hanno volontà di partecipare a un progetto simile ma non hanno la qualifica di “Città che legge”, possono partecipare al progetto “Favole al telefono” (scopri di più QUI).

Per conoscere da vicino la storia del Comune di San Severo, clicca su COMUNE DI SAN SEVERO

Per scoprire come partecipare al progetto “Una città da favola“, clicca su PROGETTI GEMMA EDIZIONI

La scadenza per l’invio delle adesioni è fissata al 30 gennaio 2021.

Gemma GemmitiSan Severo: Una città da favola!
Condividi questo post